Valutazione Rischio ATEXValutazione del rischio atmosfere esplosive (ATEX)

Normativa ATEX: 94/9/CE e 99/92/CE - Guida CT 31

Spesso i rischi di esplosione sono sottostimati per carenza di conoscenze tecniche di base. Prendere coscienza della possibile presenza di "Atmosfera potenzialmente esplosiva" (ATEX) e valutarne il contesto (attività coinvolte, sostanze utilizzate, lavoratori presenti, attrezzature impiegate, ...) è essenziale per una corretta valutazione del rischio e l'adozione degli interventi di prevenzione e protezione.

Per permettere queste valutazioni l'aggiornamento approfondisce, usando un taglio pratico, l’utilizzo delle guide del CT 31 (Materiali antideflagranti) e delle direttive europee 94/9/CE e 99/92/CE, con riferimento ai luoghi con pericolo di esplosione in presenza di gas e in presenza di polveri.

Obiettivi del Seminario   Il corso intende aiutare il partecipante a :

  1. Verificare con efficacia la presenza di atmosfere esplosive all'interno delle proprie attività;
  2. Predisporre correttamente il documento di valutazione del rischio affinché possa sfruttarne il grande potenziale operativo e preventivo.

Attestato formazione. Aggiornamento 8 ore.

La partecipazione al Seminario da diritto ad un attestato di partecipazione rilasciato dall'Università di Bologna facoltà di Ingegneria DIN valido come certificato di aggiornamento 8 ore per le seguenti figure:

rspp aspp RLS CS Dirigenti Preposti Datori Lavoro
Valido per l'Aggiornamento Obbligatorio

Prezzo. Qual'è il Costo del Seminario?


Corso Aggiornamento
Costo
Valutazione del rischio atmosfere esplosive (ATEX)
250 Euro + IVA

Il costo comprende anche l’attestato di partecipazione emesso dall'Università di Bologna Facolta di Ingegneria dipartimento DIN.

MATERIALI DIDATTICI : Inclusi. Nella quota è compreso il diritto ad avere il materiale didattico: Dispense con i contenuti del corso che si basa sulla normativa europea e nazionale oltre alle Norme CEI EN 60079-10 (31-30), CEI EN 60079-14 (CEI 31-33) e sulla Guida CEI 31-35, sulle Norme CEI EN 61241-10 (31-66) e sulla Guida CEI 31-56.

DOCENTE: Giovanni bellillo. - docente senior. Il Seminario è erogato dall'Università di Bologna Facoltà di Ingegneria DIN ed è promosso da Sicureco.com Srl.

Sede. Dove si svolge il Seminario?


SEDE: Il Seminario si terrà a A Bologna presso una delle sedi dell’Università di Bologna Facoltà di Ingegneria (per maggiori dettagli contattare la segreteria amministrativa del corso al numero verde 800-91.28.92 o via email).

Iscrizione. Come ci si iscrive al Seminario?

ISCRIZIONE: puoi telefonare subito ai nostri numeri o USARE QUESTA FORM per contattarci. Puoi anche scaricare da qui ila href="pdf/rspp_aspp_sic_unibo_modulo_iscrizione.pdf"> Modulo Iscrizione Documento Pdfe spedirlo via FAX.

Tel: 051 2989035 - 800 91.28.92 - fax: 051 74.56.884
PUOI ANCHE SCRIVERCI A:

L'avvio del Corso è subordinato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Numero Verde Sicureco
Hai bisogno di altre informazioni? Telefonaci o scrivici qui. Torna a inizio pagina.

ACTAS Sicureco Università Bologna DIEM
Individuare con precisione situazioni di atmosfere potenzialmente esplosive (utilizzo o presenza di gas e/o polveri con particolari caratteristiche) e valutare coerentemente tale rischio sono operazioni tanto frequenti quanto complesse e richiedono competenze basilari e operative: è con questo spirito che è stata progettata questa unità formativa.

Impostazione del Corso: Il taglio del seminario è “pratico” e sono previste esercitazioni per offrire l’opportunità di iniziare ad acquisire dimestichezza con alcuni strumenti operativi per la valutazione dei rischi.

Prima parte

  1. Inquadramento sulle conoscenze teoriche di base per consentire agli operatori la classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di gas e distintamente per quelli con polveri.
  2. Nozioni di base sui modi di protezione e sulle prescrizioni impiantistiche, per consentire una corretta progettazione, installazione ed esercizio delle attività con pericolo di esplosione.

Seconda parte

  1. Illustrazione della classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione. Tipologie semplici di ambienti con presenza di sostanze infiammabili allo stato gassoso, liquido e di strati di polvere.
  2. Definizione dei parametri determinanti ai fini dell’individuazione e del dimensionamento dei pericoli.
  3. Esercitazione per un caso già analizzato di classificazione in presenza di un singola fonte di emissione.
  4. illustrazione dei contenuti minimi che deve possedere il documento di protezione dalle esplosioni: analizzasi di un caso significativo.

Docente

Giovanni Bellillo. Docente senior e consulente in materia di sicurezza sul lavoro.

ACTAS Ass. Culturale per la Cultura e le Tecnologie dell’Ambiente e Università di Bologna Facoltà di Ingegneria dipartimento DIN.
Torna a inizio pagina.

Aggiornamento.RSSP, ASPP, RLS, CS, Dirigenti e Preposti e Datori di Lavoro

Il corso sulla Valutazione del rischio Atmosfere Esplosive (ATEX) permette di ottenere la certificazione di 8 ore per l'aggiornamento obbligatorio per le figure che rivestono differenti ruoli, variamente chiamati in causa:

  1. RSPP e ASPP (D.lgs. 81/08, art. 32, c. 6)
  2. Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (D.lgs. 81/08, art. 37, c. 11)
  3. Dirigenti e Preposti (D.lgs. 81/08, art. 37, c. 7)
  4. Datori di Lavoro (D.lgs. 81/08, art. 34, c. 3)
  5. Coordinatori per la sicurezza nei cantieri (Titolo IV D.Lgs. 81/08)
  1. RSPP, ASPP, RLS quali parti “in prima linea” nella definizione e applicazione delle procedure di protezione e prevenzione;
  2. Datori di Lavoro e Dirigenti per il ruolo apicale che rivestono nell’assunzione delle decisioni (e delle responsabilità) riguardanti la (predisposta/mancante, efficace/inefficace/formale, efficiente/costosa) valutazione del rischio ATEX;
  3. Preposti, quali importantissime figure-chiave nel processo di trasposizione della sicurezza “dalle parole ai fatti”, dalla carta al lavoro;
  4. RLS in quanto figura chiave per il coinvolgimento dei lavoratori verso un modello di comportamento sul lavoro basato sulla prevenzione;
  5. Coordinatori per la sicurezza nei cantieri;
  6. Consulenti nell’ambito della Sicurezza sul Lavoro e della Sicurezza Antincendio, progettisti, costruttori, installatori, manutentori e utilizzatori di impianti e attrezzature; Organismi di Vigilanza
Torna a inizio pagina.

Numero Verde Sicureco
Hai bisogno di altre informazioni? Telefonaci o scrivici qui.